venerdì 3 aprile 2009

Erich Maria Remarque: poco più che Niente Sul Fronte Occidentale


E. M. Remarque è uno di quegli scrittori che grazie all'aver creato uno di quei libri che si possono inserire nei cento più importanti del nostro secolo, ha avuto la sfortuna di vedere il resto delle sue opere lasciate in un' ingiusta penombra. Ha scritto un libro che viene fatto leggere spesso nelle scuole, il celeberrimo "Niente di nuovo sul fronte occidentale", del 1929 e che gli diede subito una grande notorietà e molti problemi di censura, infatti questo fu uno dei milioni di libri che vennero bruciati dai nazisti nei roghi pubblici, ma il resto della sua produzione letteraria non è affatto di seconda categoria e merita di essere riscoperta, magari riproponendo i suoi romanzi visto che molti sono fuori catalogo. Dei suoi 12 romanzi solo 3 sono reperibili nelle librerie: Niente di nuovo sul fronte occidentale, Ama il prossimo tuo e Tempo di vivere tempo di morire. Piccoli capolavori come L'obelisco nero o Tre camerati sono stati messi da parte e meriterebbero di essere rivalutati anche in memoria di un uomo che ebbe il coraggio di raccontare senza enfasi e retorica quello che davvero era la guerra di trincea, dove per questo fu perseguitato insieme ai suoi parenti (sua sorelle venne trucidata dai nazisti).

Niente di nuovo sul fronte occidentale (1929)
La via del ritorno (1931)
Tre camerati (1936)
Ama il prossimo tuo (1939/41)
Arco di trionfo (1945)
L'ultima scintilla (1952)
Tempo di vivere, tempo di morire (1954)
L'ultima stazione (1956, teatro)
L'obelisco nero (1956)
Il cielo non ha preferenze (1961)
La notte di Lisbona (1962)
Ombre in paradiso (1971, uscito postumo)

Nacque nel 1898 in Germania a Osnabrück da una famiglia cattolica di origine francese e a 18 anni decise di partire volontario per prima guerra mondiale dove fu ferito più volte. Fece vari mestieri, fra cui l'insegnante, l'impiegato in un'impresa di pompe funebri, il giornalista a Berlino. Nel '29 , uscì il suo capolavoro e subito Hollywood ne acquistò i diritti per una versione cinematografica diretta da L. Mileston nel 1930; il romanzo subì forti pressioni dalla censura nazista così decise di uscire dalla Germania. Dopo aver viaggiato un po', si traferì prima a New York e poi a Locarno dove vi morì nel 1970.

8 commenti:

  1. Ciao Samu! Un altro bellissimo post! Coplimenti!
    Vale

    RispondiElimina
  2. Hai proprio ragione, Remarque è proprio un grande scrittore. Oltre a Tempo di vivere tempo di morire e Ama il prossimo tuo sono riuscita a trovare Il cielo non ha preferenza ma degli altri nelle librerie non c'è traccia!Bisogna spulciare la rete per procurarseli...

    RispondiElimina
  3. Ciao, io nella mia collezione a casa li ho quasi tutti, però ne ho anche alcuni in vendita, puoi controllare attraverso il link in alto a sinistra..ciao!

    samu

    RispondiElimina
  4. oddio, Remarque... riuscissi a trovarmi "Arco di trionfo" e "la notte di Lisbona" potrei amarti per sempre...

    RispondiElimina
  5. ma io te li trovo!!! pero' mi devi contattare, senno' come faccio? samutto2@gmail.com

    RispondiElimina
  6. sono giunta troppo tardi per questo libro?? Gloria

    RispondiElimina
  7. Ciao 'anonima'.. :) al momento non ce l'ho ma è un titolo che mi capita spesso, quindi guarda i miei due negozi ogni tanto e vedrai che lo trovi...

    RispondiElimina